Al via l’edizione 2018 del Medimex: presentato al MArTà il cartello degli eventi

Posted on giugno 05, 2018, 4:24 pm
12 mins

Prende il via giovedì 7 giugno il Medimex, International Festival & Music Conference promosso dalla Regione Puglia in collaborazione con Puglia Sounds e Teatro Pubblico Pugliese

Quattro giorni, dal 7 al 10 giugno, con un fitto programma di concerti, incontri d-autore, panel e attività professionali, mostre e dj set

Taranto protagonista della musica nazionale ed internazionale con un cartello di eventi musicali ed attività culturali di primissimo livello. Presentata stamane, nella suggestiva cornice del Museo Archeologico di Taranto, l’edizione del “Medimex 2018”, evento organizzato dal programma della  Regione Puglia per lo sviluppo del sistema musicale regionale, finanziato dai fondi FSC 2014-2020 ed in collaborazione con Puglia Sounds e Teatro Pubblico Pugliese. “Questo è un luogo dove la creatività, in qualche maniera, nasce dalla rabbia , la metabolizza e la trasforma in creatività. È qualche cosa che è tipica di tutte le grandi città, e Taranto è una grande città” che “deve riprendere l’abitudine a giocare in questo campionato, che è il campionato dell’eccellenza italiana ed europea”. Ha presentato così l’edizione 2018 del Medimex il governatore della Regione Puglia, Michele Emiliano, esordendo a margine della conferenza stampa e rivendicando la scelta, fatta mesi addietro, di voler puntare su Taranto come sede di un evento musicale itinerante come il Medimex. “L’idea di portare il Medimex a Taranto ci è venuta grazie al successo che ha avuto il Primo Maggio di Taranto – ha argomentato successivamente Emiliano in conferenza stampa – e se questa città è riuscita ad ospitare un evento di tali proporzioni allora può meritarsi l’attenzione dell’intera comunità pugliese”.

Alla conferenza stampa erano inoltre presenti l’assessore alla Cultura della Regione Puglia, Loredana Capone, il neoconfermato assessore allo Sviluppo Economico del Comune di Taranto, Valentina Tilgher, il coordinatore del Medimex 2018, Cesare Veronico, ed il direttore dell’Istituto musicale Paisiello, Gabriele Maggi. Ha moderato la conferenza stampa, oltre a presentare i saluti del MarTA che ha ospitato la presentazione dell’evento, la direttrice del museo Eva Degl’Innocenti. Quest’ultima ha ricordato le radici classiche della città Bimare, periodo nel quale sono fiorite in Italia le principali forme artistiche, musica compresa. Ha infatti ricordato due grandi filosofi tarantini del periodo magnogreco, Archita e Aristosseno, entrambi anche compositori di musica. “L’arte è una forma d’espressione e per esprimersi occorre il 100% di libertà”, ha poi chiosato Degl’Innocenti.

L’assessore comunale Valentina Tilgher ha poi portato i saluti dell’Amministrazione Melucci. “Il Comune di Taranto è estremamente felice ed orgoglioso di ospitare questo evento. Una rassegna di musica e cultura che può offrire alla città la visibilità che merita”.

Per l’assessore regionale alla Cultura, Loredana Capone, il Medimex “è anche un’occasione per discutere su come sta cambiando il mondo della musica e dei diritti d’autore degli artisti e, in genere, di come cambia il mestiere di chi fa musica”. Ai concerti serali (in programma sulla Rotonda del Lungomare) saranno infatti affiancati altri importanti appuntamenti, con approfondimenti con la presenza di artisti che incontreranno la città negli appuntamenti pomeridiani alla Villa Peripato, vetrine per i musicisti e gli operatori pugliesi, con showcase in programma l’8 e il 9 giugno al Molo Sant’Eligio aperti al pubblico. Per tutta la durata del Medimex sarà inoltre allestito nella Villa Peripato il “Medimex Music Market”, organizzato da PopUp The Sunday, CoolClub, Display Agency, Discipline, No-de e Fiera del Disco Sud Italia. Sarà questo uno spazio riservato al mondo delle etichette indipendenti e a quello dei collezionisti di musica, con espositori provenienti da tutta Italia e dall’Europa. Fitto il programma di live, dj set, conferenze con ospiti internazionali, brunch e aperitivi musicali nonché laboratori dedicati ai più piccoli.

Quanto agli “Incontri d’autore” con gli artisti, in programma alla Villa Peripato, si apriranno giovedì 7 giugno con Diodato e i fotografi  Michael Lavine e Charles Peterson. Si proseguirà venerdì 8 giugno con Max Gazzè, Emma Marrone, Giuliano Sangiorgi, Raphael Gualazzi e Ultimo. Sabato 9 giugno spazio agli incontri d’autore con Ghemon, Renzo Rubino, il batterista dei Sex Pistols, Paul Cook, e Mirkoeilcane. Gli “Incontri d’autore” termineranno domenica 10 giugno con il rapper Nitro.

Saranno inseriti nel palinsesto di eventi in programma nella Villa Peripato anche omaggi cinematografici al mondo del “grunge”, fenomeno culturale alternativo, antitetico a quello hippie, nato anch’esso in America negli anni ‘80. “Con la collaborazione di Apulia Film Commission, il Medimex propone in Villa Peripato – si legge nella nota dell’evento – martedì 5 giugno la proiezione di Kurt Cobain: Montage of Heck e Pearl Jam Twenty, mentre mercoledì 6 giugno la programmazione prevede Sound City sul celebre studio di Los Angeles dove i Nirvana incisero Nevermind e L’Amore è un gioco di Cameron Crowe con protagonisti, in veste di attori, musicisti della scena grunge”.

Al Museo Archeologico sarà inoltre possibile visitare sei scatti inediti nella mostra “Kurt Cobain & Il grunge: Storia di una Rivoluzione”. Fotografie di Michael Lavine e Charles Peterson, in programma dall’8 giugno al 1° luglio al MarTà. La mostra comprende 38 immagini di peterson sulla nascita del gruppo musicale dei Nirvana , sui concerti live e la scena Grunge e 40 scatti di Lavine estratti da servizi posati e immagini per le riviste.

Nel programma del Medimex è inclusa anche la presentazione, sempre nella Villa Peripato, di tre libri aventi come tema la storia del rock: “La storia del punk”, di Stefano Gilardino (8 giugno); “Andy Wood. L’inventore del grunge. Vivere (e morire) a Seattle prima dei Pearl Jam”, di Valeria Sigarella (9 giugno) e “Hendrix ’68 – the Italian Experience” di Enzo Gentile e Roberto Crema.

Il Medimex ospiterà inoltre l’installazione di site specific “Learning How to See in the Dark”, pensata dall’artista Arthur Duff per il Castello Aragonese, che il pubblico verrà invitato a riconsiderare alla luce del progetto visivo dell’artista americano.

Quanto alla scelta dei luoghi presso cui vi saranno gli appuntamenti del Medimex non è certamente casuale. “L’obiettivo è quello di cambiare l’idea e la percezione che gli italiani hanno di Taranto – ha specificato il coordinatore di Medimex, Veronicoe per questa ragione abbiamo scelto i luoghi più suggestivi di Taranto per promuovere il territorio”. Il coordinatore dell’evento ha poi ricordato che con il biglietto di ingresso ai concerti ed agli eventi del Medimex sarà inoltre possibile visitare il Museo Archeologico di Taranto.

Veronico, dopo aver ringraziato l’Amministrazione comunale per la “solerzia e la sua efficiente collaborazione all’iniziativa”, ha snocciolato alcuni dati dell’edizione 2018 del Medimex. Sono più di 100 le testate giornalistiche accreditate per ben 100 eventi in programma. Ai medesimi parteciperanno 200 tra artisti e musicisti; molti dei quali, come sottolineato da Veronico, pugliesi. I partecipanti complessivi all’edizione del Medimex 2018 saranno complessivamente circa 400.

Un evento che, come precisato da Veronico, avrà ricadute, in termini economici, sull’intero sistema musicale pugliese ma che servirà anche “a mantenere sempre alta l’attenzione su questa città e sui suoi problemi. Dobbiamo tornare ad abituarci al bello”, ha commentato Gabriele Maggi, direttore dell’Istituto musicale Paisiello.

Erano inoltre presenti al tavolo dei relatori i due sponsor privati dell’evento: Conad e Birra Raffo, rispettivamente rappresentati da Giuseppe Zuliani, Direttore Comunicazione e Marketing di Conad, e Federico Sannella, Direttore Relazioni Esterne del Gruppo Peroni.  Quanto a quest’ultimo sponsor, il tipico evento “Raffo Fest” di giugno sarà inserito all’interno del Medimex. Il sabato sera del 9 giugno si terrà l’evento musicale (gratuito) promosso dalla Birra Raffo. “Raffo è stata entusiasta – ha commentato Sannella – di questo trasferimento del Raffo Fest all’interno di questa manifestazione musicale. Sono iniziative, queste, che portano valore aggiunto a questa città, alla quale siamo legati da ormai 99 anni”.

Erano inoltre presenti in platea Carmelo Grassi, presidente del Teatro Pubblico Pugliese, e l’artista tarantino Michele Riondino. Quest’ultimo, chiamato al tavolo dei relatori dal governatore Michele Emiliano, ha voluto esprimere il suo supporto all’evento, ricordando una celebre frase dell’ex ministro all’Economia, Tremonti. “Penso che di cultura si possa mangiare non solo con eventi sporadici ma anche e soprattutto con una programmazione che punti alle eccellenze culturali del territorio, puntando alla creazione di una piattaforma musicale a Taranto”, ha commentato Riondino, che ha poi polemizzato con il management del Gruppo Peroni di cui fa parte la birra Raffo: “Vorremmo che gli imprenditori investissero nel territorio”.

Il programma con gli artisti che si esibiranno al Medimex 2018

Giovedì 7 giugno:  “Sul main stage della Rotonda del Lungomare Vittorio Emanuele III (ingresso a pagamento), – si legge nel programma degli evnti – di scena il Dj set e producer inglese Roni Size, i nuovi protagonisti della scena brasiliana Metá Metá e lo spettacolo tridimensionale dei padri della musica elettronica Kraftwerk. La serata proseguirà al Molo Sant’Eligio, dove alla mezzanotte il rapper Dj Gruff incontrerà il trombonista pugliese Gianluca Petrella” .

Venerdì 8 giugno  “sempre sul main stage della Rotonda del Lungomare (ingresso a pagamento), il set di concerti prevede il giovane talento torinese Kiol, i Casino Royale e il concerto antologico dei Placebo. Alla mezzanotte ci si sposterà al Molo Sant’Eligio per il set dei Mangaboo (ingresso libero sino ad esaurimento dei posti)”.

Sabato 9 giugno in programma il Raffo Fest (ingresso gratuito sino ad esaurimento dei posti disponibili): “Per la festa sulla Rotonda del Lungomare si esibiranno il Canzoniere Grecanico Salentino, il trio di rapper E Green, Fido Guido e Zakalicious, la nuova stella dell’hip pop Nitro e Daddy G dei Massive Attack”.

"Nothing is real and nothing to get hung"...

Commenta

  • (non verrà pubblicata)