CONDIVIDI
GUARDIA COSTIERA-CAPITANERIA DI PORTO DI ROMA RIPRESE IN MARE APERTO DELLE MOTOVEDETTE DI STANZA A FIUMICINO A SUPPORTO DEL PATTUGLIATORE CP906 "CORSI" NAVE UTILIZZATA PER LA SORVEGLIANZA DELLE COSTE DEL TERRITORIO NAZIONALE. ALCUNI MOMENTI A BORDO E USCITA DAL COMANDO DELLA CAPITANERIA DI PORTO DI ROMA FIUMICINO
TOP AD

In particolar modo per le gravi deficienze riscontrate agli impianti e ai mezzi antincendio, il Nucleo Port State Control della Guardia Costiera di Taranto, ai sensi della Direttiva 2009/16 della Comunità Europea, ha disposto quest’oggi il fermo di una nave da carico portarinfuse battente bandiera straniera ormeggiata presso il terminal Ilva. L’unità, a seguito di un’ispezione durata circa 12 ore, è risultata infatti in condizioni ‘sub-standard’ in merito alle normative internazionali per la sicurezza della navigazione. In particolare sarebbero state contestate “gravi deficienze agli impianti e ai mezzi antincendio della nave, la preparazione dell’equipaggio a fronteggiare le situazioni di emergenza tra cui l’incendio grave e l’abbandono nave, i mezzi di salvataggio inutilizzabili, gestione dei rifiuti solidi a bordo non conforme alla normativa internazionale con presenza a bordo di materiale dannoso per l’ambiente marino in caso di discarica fraudolenta in mare, carte nautiche per il prossimo viaggio non aggiornate o mancanti, condizioni di vita e di lavoro a bordo insufficienti“. Al momento la nave è ferma nel porto di Taranto e sono in corso gli accertamenti da parte degli ispettori dell’Amministrazione di bandiera e del Registro di Classifica responsabile del rilascio della certificazione di sicurezza.

(leggi tutte le notizie sull’Ilva http://www.corriereditaranto.it/?s=ilva)

CONDIVIDI
Redazione
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO