CONDIVIDI
TOP AD

Il parere favorevole all’acquisizione dell’Ilva dell’Antitrust, se dovesse trovare conferma ufficiale, costituirebbe un passo fondamentale verso l’avvio, per Ilva, di un percorso inedito e importante“. Lo sottolinea in una nota Vincenzo Cesareo, presidente di Confindustria Taranto, secondo il quale è “arrivato il momento che l’azienda, contestualmente agli investimenti per la sua ambientalizzazione, torni a produrre e si riposizioni sui mercati internazionali per competere e far girare ricchezza. Abbiamo bisogno che lo stabilimento torni ai suoi livelli di competitività perché ancora oggi, nonostante la gestione commissariale stia facendo del suo meglio, sta riducendo le sue risorse di cassa con le ricadute che conosciamo, in primis sulle aziende dell’indotto oramai al lumicino, che attendono una boccata d’ossigeno possibile, a quanto pare, solo nel momento in cui si definirà l’acquisizione“. C’è necessità di “stringere sui tempi di questo fondamentale passaggio: le dichiarazioni dell’Antitrust – conclude Cesareo – sembra vadano in questa direzione e potrebbero, come auspichiamo, anche accelerare la procedura in corso al Mise. Ora chiediamo con forza che tutti si impegnino per accelerare al massimo l’iter in corso: mai come in questa occasione il tempo rappresenta una conditio sine qua non per la riuscita della intera operazione“.

CONDIVIDI
Redazione
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO