Bruciato armadietto in Ilva del consigliere del M5S: atto intimidatorio?

Posted on febbraio 12, 2018, 5:29 pm
28 secs

Atto d’intimidazione nei confronti del consigliere comunale di Taranto del Movimento 5 Stelle, Massimo Battista. A darne notizia è stato lo stesso esponente del M5s e lavoratore dell’acciaieria Ilva sulla sua pagina Facebook scrivendo: “Qualcuno ha tentato d’incendiare il mio armadietto all’interno dell’Ilva. Sono stati bruciati dei documenti e la tuta da lavoro. Dalle prime informazioni ricevute l’incendio è di natura dolosa“. Il consigliere è stato informato alle 9.30 da “una chiamata da un preposto aziendale dell’Ilva” che gli ha comunicato “che qualcuno ha provato ad incendiare l’armadietto all’interno della fabbrica. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco dell’Ilva e la Digos di Taranto che indaga. È evidente che qualcuno stia cercando di intimidirmi ma io vado avanti per la mia strada. Come ho già ribadito in tante circostanze – chiosa il consigliere del M5s – finché avrò vita continuerò a lottare per denunciare tutti coloro che pensano di poter continuare ad uccidere il mio territorio e la mia gente. Dovete farvene una ragione: io sono duro a morire“.

(leggi le news sull’Ilva https://www.corriereditaranto.it/?s=ilva)

Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)