redazioneonline

Corriere di Taranto

Postato il 12 gennaio 2018, 09:29 am
4 mins

‘Notte dei Licei Classici’, all’Aristosseno ospite sarà, questa sera, Michele Mirabella.
La ‘Notte Nazionale del Liceo Classico’ è una iniziativa che, da quattro anni a questa parte, si propone in tutta Italia di mettere nella giusta luce l’attualità del Liceo Classico all’interno del panorama del sistema formativo nazionale, nonché di promuovere ad ampio raggio la cultura umanistica, considerata quale elemento fondante per la costruzione di una società autenticamente libera, pluralistica e democratica. La prima edizione, svoltasi il 16 gennaio 2015, ha contato l’adesione di 150 licei classici italiani; la seconda, del 15 gennaio 2016, ha visto il numero dei licei aderenti innalzarsi a 235; la terza, del 13 gennaio 2017, a 367. Ideatore e promotore di questo evento è il prof. Rocco Schembra, docente di Latino e Greco presso il Liceo Classico “Gulli e Pennisi” di Acireale (CT).
Michele Mirabella, come detto, sarà l’ospite d’onore alla notte dei Licei Classici dell’Aristosseno. Ma non sarà l’unica attrazione, perché la scuola guidata dal prof. Salvatore Marzo ha preparato una serie di eventi con la finalità di esaltare il valore degli studi classici e di accompagnare gli ospiti in un memorabile viaggio nel tempo.
Istituita, come succitato, in Sicilia ma subito diffusasi in tutta Italia, la notte dei Licei, che si tiene oggi, ha un unico protagonista: il parco giovani, gli studenti, pronti ad accogliere, intrattenere, affabulare, emozionare i genitori e tutti coloro che visiteranno la scuola (siamo in tempo di open day).

Il programma

Dalle 17.30 alle 22 circa si alterneranno recitazioni, sia in italiano che in lingua straniera, attività laboratoriali di fisica, proiezioni e manifestazioni sul tema dello sport nel mondo antico, letture filosofiche a tema sul simposio, la sfilata degli dei. L’organizzazione è a cura delle prof.sse Esposito, Liuzzi e Violante, il manifesto di presentazione è stato curato dalla prof.ssa Lanza.
Alle ore 20.00 l’incontro con l’autore Mirabella sarà introdotto dalla prof.ssa Pergola e sarà caratterizzato dall’intervento delle prof.sse Minervini e Russo.
A seguire la lettura di brani e interventi da parte degli alunni della IV I, coordinati dalla prof.ssa Rizzi, una breve rappresentazione de La morte di Romeo e Giulietta, liberamente tratta dal libro “Cantami, o mouse” di Mirabella, a cura delle prof.sse Messina e Pergola, poi la chiusura dei lavori con l’Inno a Selene e i saluti del Dirigente scolastico Salvatore Marzo.
“Cantami, o mouse” ripropone ai lettori del terzo millennio i grandi classici, esaltandone l’attualità attraverso una nuova chiave di lettura, quella della comunicazione sui social, oggi perno centrale delle nuove generazioni. I famosi personaggi storici del passato sono stati grandi comunicatori. Come possiamo riscoprirli alla luce di un clic? Cosa possono insegnare ai navigatori della rete, conoscitori assoluti del web? Che tipo di marketing rappresenterebbero oggi? A queste domande risponderà Mirabella, che unisce ad una profonda conoscenza dei classici una sapiente lettura dei tempi moderni. Antesignano? Perspicace? Arguto? Il famoso autore, scrittore, regista, presentatore ed attore (è anche giornalista) è tutto questo ed anche di più. Oggi presidente e testimonial dell’AIRC, unisce all’autorevolezza l’ esperienza comunicativa proveniente dalla grande frequentazione della tv. Ingresso libero.

redazioneonline

Corriere di Taranto

Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)