CONDIVIDI
TOP AD

Seconda edizione di ‘Equosolidaria‘: dibattito, buffet con prodotti equosolidali, reading, proiezioni e spettacolo teatrale. Tutto completamente gratuito.
Equosolidaria è organizzato dalla bottega del mondo EQUOCIQUI, promosso e finanziato dalla Regione Puglia nell’ambito della legge regionale 32/2014 “disposizioni per il sostegno e la diffusione del commercio equo e solidale”.

L’iniziativa si svolgerà sabato 09 dicembre a Palazzo Ulmo e prevede alle ore 17,30 accoglienza con dolci, tè e tisane equosolidali, alle ore 18,00 reading di testi tratti da “La Frontiera” a cura di Marina Luzzi.

A seguire dibattito su politiche migratorie “Chi respinge e chi salva”
Mentre le autorità di vari paesi cooperano per bloccare i flussi, in aperta violazione del diritto internazionale, le ONG che effettuano salvataggi in mare costituiscono l’altro volto dell’Europa, quello accogliente, solidale, aperto.
Cosa sta succedendo davvero nel Mediterraneo? Quali sono gli attori coinvolti? Quali sono le responsabilità del governo italiano e delle istituzioni europee? Cosa fanno in pratica le ONG? Perché lo fanno? Quali sono le implicazioni per chi opera nel mondo dell’accoglienza?
Risponderemo a questi cruciali quesiti con Giuseppe De Mola, ricercatore di Medici Senza Frontiere, Gennaro Giudetti, attivista imbarcato sulla nave Sea Watch e testimone diretto delle violenze delle autorità libiche e Luca Contrario, presidente della Cooperativa Equociqui ed attivista Campagna Welcome Taranto.
Modera il giornalista Gaetano De Monte.

Poi alle ore 20,30 ci sarà un buffet a base di prodotti equosolidali e alle ore 21,30: “Lampedusa è uno spiffero!!!”, spettacolo teatrale di Norma Angelini e Fabio Monti,
un viaggio profondo nel cuore della Sicilia. Un monologo in cui lo sguardo si deposita con lucidità, ironia e leggerezza sul paradosso di questa piccola isola più vicina all’Africa che all’Italia, schiacciata tra turismo ormai di massa e allarmismi scatenati dall’immigrazione clandestina
Norma Angelini (1974) è scenografa e video artista toscana, ha lavorato con Egumteatro, CSS di Udine, Teatro Suginami di Tokyo.
Fabio Monti (1974) è attore e regista siciliano. La sua ricerca tra musica e teatro spazia dalle culture orali e scritte meridionali allo stretto rapporto con la realtà contemporanea.

L’iniziativa è dedicata al ricordo di Alessandro Leogrande.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO