CONDIVIDI
TOP AD

I vertici di ArcelorMittal a margine del vertice presso il MiSE: “Il nostro programma, che prevede investimenti per un totale di 1,1 md, è strategico per il miglioramento delle performance ambientali di Ilva, nonché per il suo impatto sulle comunità locali” Sulla cpertura dei parchi minerari: “È certamente l’investimento più consistente ed ammonta a circa 300 mn di euro”

«La nostra ambizione è quella di rafforzare significativamente la performance ambientale di Ilva e di allinearla, se non addirittura di migliorarla, rispetto agli standard europei». È l’obiettivo che indica Arcelor Mittal sottolineando, in una nota, di aver accolto favorevolmente «l’opportunità dell’incontro di oggi con i sindacati al fine di illustrare il nostro piano ambientale, che è al centro del nostro investimento». «Il nostro programma, che prevede investimenti per un totale di 1,1 md, è strategico per il miglioramento delle performance ambientali di Ilva, nonché per il suo impatto sulle comunità locali. La copertura dei parchi minerari è certamente l’investimento più consistente ed ammonta a circa 300 mn di euro», evidenzia Arcelor Mittal. «Ci siamo impegnati a terminare questa opera entro massimo 36 mesi dalla firma del contratto di acquisto e stiamo discutendo con i commissari di Ilva in relazione all’eventualità di iniziare il progetto prima della formalizzazione dell’ acquisto», riferisce il gruppo. «Il nostro piano per Ilva – prosegue – prevede molto più di questo singolo intervento e ricopre tutti gli aspetti delle performance ambientali di Ilva. È previsto infatti anche un focus sul trattamento delle acque di scarico e del suolo, la riduzione del rumore e delle emissioni in atmosfera, l’efficientamento energetico assieme ad un maggiore riciclo e riutilizzo dei rifiuti ottenuti tramite la lavorazione e la produzione dell’acciaio». «Stiamo anche lavorando su una serie di tecnologie »low carbon« per la produzione dell’acciaio. Nel momento in cui questi progetti saranno adeguatamente sviluppati ci faremo carico di verificarne l’esportabilità in Ilvaal fine di migliorarne ulteriormente la performance ambientale», conclude Arcelor Mittal.

CONDIVIDI
redazioneonline
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO