CONDIVIDI
TOP AD

Dopo quattro anni, una delle tante vertenze scoppiate a Taranto a cavallo tra il 2011 e il 2013, è ancora lungi dall’essersi risolta. A ricordarlo, i sindacati metalmeccanici di Taranto, Fiom Cgil, Fim Cisl e Uilm Uil, che tornano a porre l’accento sulla situazione degli ex dipendenti della società Marcegaglia Buildtech.

(leggi anche http://www.corriereditaranto.it/2017/07/04/ex-marcegaglia-buildtech-ammortizzatori-1-anno-ruolo-dellilva-quellappalto-poligrafico/)

“Sono passati esattamente quattro anni da quando la Marcegaglia decise di chiudere il suo stabilimento Tarantino lasciando per strada tutti i suoi dipendenti, creando così nel territorio ionico, una ulteriore emorragia occupazionale. Da allora tanti incontri, tanti impegni, tante aspettative, ma la verità è che ad oggi, nulla per questi lavoratori è cambiato, sono ancora tutti disoccupati e per loro ancora nessuna soluzione si intravede all’orizzonte” scrivono in una nota le sigle sindacali. “Oltre a non intravedere nessuna soluzione, denunciamo il mancato rispetto degli impegni presi sia dalla Regione Puglia, che dal Ministero dello Sviluppo Economico” si legge nel documento unitario.

(leggi anche http://www.corriereditaranto.it/2016/11/04/marcegaglia-buildtech-3-anni-si-cerca-ancora-via-duscita)

Infatti dalla prima in ordine di citazione, attendiamo nonostante i numerosi solleciti, di essere convocati per ratificare un accordo di mobilità (ammortizzatore sociale) , visto che la stessa è in scadenza per diversi lavoratori ed è già scaduta da circa un anno per altri cinque lavoratori che da gennaio 2017 risultano essere a reddito zero. Dalla seconda, sempre in ordine di citazione, attendiamo di essere convocati, dopo numerosi solleciti, così come previsto nel verbale di incontro del 4 luglio 2017, dove lo stesso Ministero si impegnava a riconvocare le parti entro il mese di settembre c.a. per monitorare l’andamento della vertenza e verificarne gli eventuali sviluppi – lamentano i sindacati -. Alla Marcegaglia invece ricordiamo, visto l’impegno, se pur in cordata con gli indiani, all’acquisizione dell’Ilva, di impegnarsi anche, anzi soprattutto, a risolvere il problema che ha creato ai suoi ex dipendenti ed alle loro famiglie. Le segreterie provinciali di FimFiom-Uilm e gli ex lavoratori Marcegaglia, continueranno imperterriti a condurre questa battaglia per il diritto al lavoro e si riservano, qualora non ci fossero sviluppi, ad intraprendere iniziative“.

(leggi tutte le notizie sulla vertenza Marcegaglia Buildtech http://www.corriereditaranto.it/?s=marcegaglia+buildtech)

CONDIVIDI
Redazione
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO