CONDIVIDI
TOP AD

“Occorre certamente lavorare per incrementare l’occupazione giovanile, migliorare la fruizione di spazi e beni pubblici, promuovere la rete di infrastrutture diversificando e ampliando le forme di mobilità”

Valorizzare le nostre risorse umane giovanili deve essere una priorità, e non solo per lo sviluppo del nostro territorio, come viene confermato anche dagli interventi internazionali dell’OCSE ( l’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico)“. Lo scrive il consigliere regionale nonché presidente della II Commissione consiliare (Affari GeneralI) della Regione Puglia, Cosimo Borraccino in riferimento alla legge regionale per Taranto, in procinto di essere disscussa in Consiglio regionale.

«Occorre portare avanti politiche decise che riprogrammino lo sviluppo locale – prosegue Borraccino – come la Regione Puglia sta cercando di fare con la legge per Taranto, che verrà prossimamente discussa in Consiglio regionale».

A tal proposito, il consigliere Borraccino afferma di apprezzare “l’operato che sta portando avanti il collega Gianni Liviano, un prezioso e continuo lavoro di regia politica che ha come obiettivo quello di far approvare una legge che valorizzi Taranto, mirata ad una accelerazione economico-produttiva che sappia riequilibrare lo sviluppo delle intera regione”.

«Riteniamo che il cuore pulsante e la forza di una città e di tutta la provincia risiedano nei suoi cittadini – prosegue Borraccino – pertanto pensiamo che la legge debba trovare il suo motore nel potenziamento educativo delle nuove generazioni che si affacciano alla società».

Relativamente a ciò, il consigliere Borraccino giudica ottime e proposte finalizzate al miglioramento dell’offerta formativa locale e per incentivare lo sviluppo del Polo universitario attraverso piani formativi “coerenti al potenziale dello sviluppo territoriale”.

«Occorre certamente lavorare per incrementare l’occupazione giovanile, – recita la nota di Borraccino – migliorare la fruizione di spazi e beni pubblici, promuovere la rete di infrastrutture diversificando e ampliando le forme di mobilità».

Secondo Borraccino l’obiettivo della legge “verrà raggiunto se verranno messi al centro i giovani tarantini, se sapremo valorizzare le loro competenze e impiegarle per apportare beneficio e sviluppo alla città”.

«La strategia vincente per Taranto consiste proprio nel far rimanere sul territorio i propri giovani, promuovendo percorsi di formazione efficaci, potenziando e rimodulando le attività di alternanza scuola/lavoro, stimolando i giovani laureandi ad affrontare percorsi di tesi che prevedano progetti per Taranto e la sua riqualificazione, richiamare i tanti laureati affinché possano – conclude Borraccino – portare avanti un programma di riconversione della città che li renda protagonisti della nostra rinascita».

CONDIVIDI
redazioneonline
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO