CONDIVIDI
TOP AD

L’Amministrazione comunale farà tesoro di quanto accaduto venerdì sera, con la “bomba d’acqua” che ha colpito il territorio (70 mm di pioggia) e sta predisponendo ogni contromisura affinchè i futuri disagi, relativi soprattutto agli allagamenti, siano al massimo contenuti. Ne riferisce l’assessore ai lavori pubblici Aurelio Di Paola, anche a proposito dell’acquazzone di lunedì mattina, le cui conseguenze sono state più limitate rispetto al previsto, colpendo soprattutto i rioni periferici. A Talsano, per esempio, la chiesa del Rosario ha dovuto annullare incontri e sante messe per l’acqua piovana (sgorgata dal tombino) che ha raggiunto un livello di ben 40 centimetri.

La task force annunciata a tal proposito a Palazzo di città non si è potuta riunire per l’assenza del vice sindaco Rocco De Franchi, a Roma per motivi istituzionali, ma l’attività di coordinamento fra gli enti e assessorati competenti non è mancata per l’aggiornamento della situazione.

L’assessore Di Paola ha voluto innanzitutto informarsi sulle attività di pulizia delle caditoie da parte dell’Amiu, che risultano essere state abbastanza puntuali ma non completamente esaustive, data l’estensione della città; l’ultimo sopralluogo nelle zone più a rischio, per la cronaca, è stato effettuato all’indomani del nubifragio. Risale invece al giugno scorso l’ultimo intervento straordinario da parte del Comune per la pulizia delle condotte fognarie. È chiaro, ha evidenziato l’assessore, che sarà necessario intensificare tali interventi attraverso un cronoprogramma da stabilire con la municipalizzata. Ma è anche vero, secondo Di Paola, che gli allagamenti si sono registrati anche per le caditoie otturate da spazzatura e perfino da sacchetti di immondizie, spesso abbandonati per strada invece di essere depositati nei cassonetti e che l’acqua piovana ha portato con sè: “Colgo l’occasione – ha detto – per sensibilizzare al maggiore rispetto del bene comune e dell’igiene pubblica, evitando comportamenti scorretti che dovranno essere necessariamente sanzionati, se vogliamo che la città inizi a essere più vivibile”.

E a proposito di condotte fognarie, gli uffici dei lavori pubblici danno notizia che la Regione ha deciso di rifinanziare il progetto di rifacimento della rete di Talsano, Tamburi e Borgo (i finanziamenti stavano per essere persi), assolutamente inadeguate rispetto alle attuali necessità, e che si accelererà il disbrigo delle relative pratiche burocratiche per l’avvio dei lavori. Inoltre l’assessore Di Paola ha preso accordi con l‘Acquedotto Pugliese per concordare un incontro nelle prossime settimane per far il punto delle esigenze di adeguamento della rete di competenza all’interno del territorio comunale.

Per il resto, si stanno verificando i motivi per i quali non è stato possibile diffondere da parte del Comune l’allerta meteo per l’eccezionale pioggia di venerdì, così da essere pronti per eventuali altre occasioni. Che speriamo non debbano mai più verificarsi.

CONDIVIDI

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO