CONDIVIDI
TOP AD

di Alessandro Greco

All’indomani della pubblicazione dei gironi del nuovo campionato di Serie D, proviamo a
conoscere qualcosa in più delle prossime avversarie del Taranto. Il Girone H raccoglie quest’anno squadre da Puglia (8), Basilicata (3) e Campania (7) e si presenta
come un mix di nuove e vecchie conoscenze.

Si parte con l’Alto Tavoliere San Severo, o più semplicemente San Severo. Squadra che ha trascorso la quasi totalità della sua storia nelle categorie dilettantistiche, milita in Serie D dal 2013-2014. Lo scorso anno ha chiuso al quattordicesimo posto in classifica, con 25 punti. L’ultimo incontro ufficiale con il Taranto risale al 26 aprile di due anni fa, trentatreesima giornata del girone H di Serie D, e si è concluso con un 3-3.

Si prosegue con la neo-promossa Audace Cerignola, reduce da ben tre promozioni consecutive, prima nel campionato di Promozione, poi in Eccellenza e, infine, in Serie D. Mancava dalla massima serie dilettantistica addirittura dalla stagione 1999-2000. Non vi sono, pertanto, incontri ufficiali con il Taranto in anni recenti, mentre si registrano due vittorie ai danni dell’Hellas Taranto nello scorso campionato di Eccellenza.

L’Aversa Normanna vanta, invece, diverse stagioni fra i professionisti in anni recenti. Retrocessa in Serie D alla fine del 2014-2015, negli ultimi due anni ha militato nel Girone I, chiudendo la scorsa stagione al dodicesimo posto, con un attivo di 42 punti. Il più recente incontro ufficiale con il Taranto risale addirittura al 2009, in Coppa Italia di Lega Pro, 3-0 per i rossoblu allora allenati da Brucato.

L’AZ Picerno non è una novità per il Taranto, che ha già incontrato la squadra lucana due anni fa, sempre nel girone H di Serie D. I tarantini hanno, quindi, avuto anche modo di conoscere la curiosa storia dello stadio, donato alla città e alla squadra da Donato Curcio, a cui è intitolato. Nella scorsa stagione ha chiuso al settimo posto con 47 punti.

La Cavese non ha certo bisogno di presentazioni per i tarantini. I precedenti non sono certo tutti onorevoli e sono ancora nella memoria collettiva gli scontri fra tifoserie che fecero sospendere la sfida allo ‘Iacovone’ nel 2004. Le due squadre, dopo i trascorsi tra i professionisti, si sono nuovamente incrociate nella stagione 2014-2015 nel girone H di Serie D. In quella stagione la Cavese vinse per 1-0 all’andata, mentre al ritorno l’incontro si concluse con un pareggio per 1-1.

Decisamente meno prestigiosa la storia del Città di Gragnano. Ad eccezione di una breve parentesi nel dopoguerra, l’intera vicenda sportiva di questa società si è consumata nelle categorie dilettantistiche. L’approdo in Serie D risale al 2015-2016. Negli ultimi due anni ha militato nel girone I, concludendo al decimo e all’undicesimo posto.

Il Francavilla in Sinni è un’altra vecchia conoscenza per il Taranto, nonché una squadra veterana del girone H, in cui milita ininterrottamente dal 2006-2007. In occasione dell’ultimo campionato disputato a confronto, il Taranto riuscì a superare di misura i lucani, guadagnandosi il secondo posto in classifica per due punti. Entrambe le squadre furono poi battute ai play-off dal Fondi, il Taranto in semifinale, il Francavilla in finale.

Rinata nel 2012 dopo una lunga inattività, la Frattese è una novità assoluta per i tarantini. La compagine di Frattamaggiore (Napoli) dal 2014-2015 sino allo scorso anno ha militato nel girone I della Serie D, ottenendo come miglior risultato il secondo posto nel campionato 2015-2016, ad appena quattro punti dal Siracusa, promosso in Lega Pro.

Il Gravina è reduce da un’ottima annata. Da neopromossa, la formazione pugliese ha concluso il campionato dello scorso anno al quarto posto, perdendo la semifinale dei play-off contro la Nocerina.

Tra i professionisti fra il 2004 e il 2010, il Manfredonia ha incrociato il proprio cammino con quello del Taranto in diverse occasioni. Il primo incontro fra i professionisti risale al 2004, in serie C2. In quell’anno il neo-promosso Manfredonia si guadagnò la C1, mentre il Taranto, alla prima stagione della gestione Blasi, vinse i play-out per la salvezza, preparandosi alla promozione dell’anno successivo. Fallita nel 2010, la squadra biancoceleste milita in serie D dal 2013-2014. L’ultimo incontro di campionato fra le due formazioni risale al 6 gennaio 2016 e terminò 2-0 per il Taranto.

Anche il Nardò non è una novità per i giocatori jonici. Dopo la retrocessione in Eccellenza nel campionato 2014-2015, il Nardò ha militato nel girone H di Serie D nelle ultime due stagioni. Nel 2015-2016 chiuse in quarta posizione a 60 punti, tre in meno del Taranto.

Il Pomigliano ha anch’esso una storia calcistica consumatasi quasi esclusivamente nelle categorie dilettantistiche. Nel 2014-2015 e 2015-2016 ha condiviso con il Taranto il girone H, concludendo al tredicesimo e al settimo posto. Lo scorso anno ha militato nel girone I, chiudendo al decimo posto con 46 punti.

Ben diversa la vicenda sportiva del Potenza, che condivide con il Taranto non solo i colori
rossoblu, ma anche una lunga militanza fra i professionisti, con alcune stagioni in serie B (miglior risultato il quinto posto del 1964-1965). Compete nel girone H della Serie D dal 2014-2015 (terzo posto alle spalle del Taranto e sconfitta ad opera degli jonici nella finale play-off).

Viceversa, i granata della Sarnese non hanno mai militato fra i professionisti. Hanno fatto parte del girone H nel 2014-2015, dopo la promozione dall’Eccellenza. In quell’occasione, conclusero il campionato al settimo posto, con 44 punti, sconfitti dal Taranto sia all’andata che al ritorno.

È una novità assoluta, invece, lo Sporting Fulgor, compagine sportiva nata nella città di Molfetta, la cui storica formazione, il Molfetta, è appena retrocessa in Promozione. Storia simile per il neo-promosso Team Altamura, nato nel 2003 come Real Altamura. La società ha preso il posto, come massima squadra cittadina, dell’Unione Sportiva Altamura, fallita nel 2015.

Chiude l’elenco delle rivali la Turris. La formazione di Torre del Greco può vantare una lunga storia di calcio professionistico, che si è interrotta nel 2001 con la retrocessione in serie D. Nel 2015, anno dell’ultimo confronto diretto con il Taranto, ha concluso il girone H al tredicesimo posto, con 43 punti.

CONDIVIDI
Redazione
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO