CONDIVIDI
L'europarlamentare Rosa D'Amato

La Regione provveda in tempi rapidi ad avviare la selezione pubblica per l’assunzione di 58 unità per la sede tarantina dell’Arpa Puglia (che porterebbero l’organico a 110 dipendenti) e a trasferire il Laboratorio Chimico ed il Polo Microinquinanti presso il presidio Testa per disporre degli spazi e degli ambienti adeguati, previa ristrutturazione e attrezzamento degli ambienti, per una previsione di spesa di 3,5 milioni di euro“. E’ quanto chiede l’eurodeputata del Movimento 5 Stelle, Rosa D’Amato, in una lettera inviata al presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano. Il riferimento è alla legge del 2016 (Disposizioni urgenti per il completamento della procedura di cessione dei complessi aziendali del Gruppo Ilva) in cui si prevede l’assegnazione di risorse all’Arpa Puglia “nel limite massimo di spesa pari a 2,5 milioni di euro per l’anno 2016 e a 5 milioni di euro a decorrere dal 2017“. D’Amato chiede quindi di “attivare la selezione pubblica con apposito provvedimento regionale” e di conoscere “lo stato delle procedure in corso ed i tempi tecnici necessari per concludere la predetta procedura selettiva“.

CONDIVIDI
Redazione
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO