CONDIVIDI
Foto: www.targatota.org
TOP AD

Affidata la delega al “Welfare, politiche giovanili e dell’integrazione” a Simona Scarpati, specializzata in Diritto di famiglia e dei minori. Nominato anche il Direttore generale del Comune di Taranto: Ciro Imperio, già dirigente della Regione Puglia

Il Sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci  completa la Giunta comunale  dopo un lungo iter, durato diverse settimane, a partire dalle prime deleghe assessorili assegnate nel mese di luglio. «Completata la giunta Melucci con l’importante delega a “welfare, politiche giovanili e dell’integrazione”, affidata a Simona Scarpati, classe ’75, studi giuridici, specializzata nel diritto di famiglia e dei minori, nonché nella materia previdenziale». Lo si apprende da una nota stampa di Palazzo di Città diramata nel pomeriggio. Con la nomina del nono assessore, la Giunta comunale risulta quindi completata. Lo stesso sindaco prevede però ulteriori deleghe, “fuori Giunta”, da assegnare dopo la pausa estiva.

Simona Scarpati

Il neo assessore Scarpati è un avvocato civilista, specializzato, come detto, in Diritto di famiglia e dei minori ed ha uno studio legale a Taranto. Alle ultime elezioni amministrative risultava candidata nella lista del Pd.

«Il nuovo assessore – prosegue la nota – sarà al lavoro subito per accelerare le pratiche relative al reddito di dignità (previsto dalla normativa regionale, nds) e sbloccare gli interventi lasciati in sospeso dalla precedente amministrazione in tema di servizi sociali».

«Ricevo oggi la delega assessorile al welfare, politiche giovanili e dell’integrazione – recita la nota stampa del neo assessore Scarpati – un settore che mi sta particolarmente a cuore e per il quale garantirò il mio impegno per offrire ai cittadini i massimi risultati onde far fronte alle numerose criticità esistenti sul nostro territorio – ha detto oggi la Scarpati subito dopo aver ricevuto l’incarico – Ringrazio il Sindaco per la stima e la fiducia riposta nella mia persona. Tutto il movimento La Puglia in più, di cui mi onoro di essere la co-coordinatrice provinciale – conclude – intende proseguire il percorso con lo stesso impegno profuso durante la campagna elettorale».

 

Melucci ha inoltre ufficializzato la nomina del Direttore Generale del Comune di Taranto. Un ruolo vacante da diversi anni nell’Ente civico e che funge da coordinamento e controllo dell’attività delle singole Direzioni comunali e dei corrispondenti direttori. Una figura istituzionale simile a quello che, in ambito aziendale, viene definito “project manager”, ovvero colui il quale si occupaa della programmazione e dell’organizzazione dell’azienda. «Il sindaco ha provveduto alla nomina di Ciro Imperio – prosegue la nota stampa di Palazzo di Città – in veste di direttore generale. Classe ’67, studi economico-bancari, già dirigente apicale regionale, esperto di questioni di bilancio e ragioneria, di gestione del patto di stabilità e del federalismo fiscale».

Ciro Imperio

Una figura istituzionale, quella del Direttore generale, simile a quello che, in ambito aziendale, viene definito “project manager”, ovvero colui il quale si occupa della programmazione e dell’organizzazione dell’azienda. In riferimento alla nomina di Ciro Imperio, va specificato che è attualmente un dirigente di settore dell’Ente Regione. È stato in passato dirigente del Servizio Entrate (dal 2010 al 2012). Attualmente riveste l’incarico di dirigente ad interim del Servizio Bilancio  nonché dirigente  della Sezione Bilancio e Ragioneria del Dipartimento Risorse finanziarie e Strumentali, Personale e Organizazione della Regione Puglia. Ha inoltre ricoperto, in precedenza, l’incarico di funzionario presso il COmune di San Giorgio Jonico e di responsabile del Settore Contabilità generale e Fiscalità Locale del Comune di Crispiano.

«Nomine che seguono la logica – precisa la nota stampa del Sindaco di Taranto – dei profili tecnici e dell’analisi delle competenze».

La nota stampa di Palazzo di Città precisa successivamente che il sindaco, al termine dell’organizzazione della squadra di governo, «tratterrà le sole deleghe alla “programmazione economico-finanziaria”, alla “avvocatura” ed all'”u.r.p.”», procedendo, quindi, sulla stessa falsariga del suo predecessore che ha detenuto, ad interim, la delega alla “Programmazione economico-finanziaria” dal 2010 al 2017.

In previsione, come specificato in premessa, di ulteriori deleghe al di fuori della Giunta comunale, il comunicato stampa precisa che “prima del riavvio dei lavori, subito dopo la pausa di Ferragosto, assegnerà ad altri consiglieri comunali di fiducia e competenza le seguenti deleghe fuori giunta: “pubblica istruzione e rapporti con l’università“, “polizia locale e protezione civile“, “presenza territoriale e servizi demografici“, “politiche del lavoro e delle pari opportunità“, “risorsa mare ed accoglienza turistica“, “attività sportive e ricreative“, “politiche dell’infanzia ed educazione civica“, “aree demaniali e rapporti con le grandi presenze“».
Un’ultima “infornata” di deleghe al di fuori dell Giunta al fine di rabbonire taluni malumori emersi nell’ultimo Consiglio comunale da parte di alcuni consiglieri comunali o gruppi consiliari non raappresentati in Giunta.

Relativamente al prosieguo del lavori dopo la pausa estiva, la nota stampa precisa infine che «la prossima giunta è prevista riunirsi giovedì 24 agosto, con all’ordine del giorno importanti atti di indirizzo in materia di riordino della polizia locale, della macrostruttura comunale, delle partecipate, di definizione del dissesto economico, di riavvio delle procedure per la riformulazione di p.u.g. (piano urbanistico generale, nds) e p.u.m.s )piano urbano per la mobilità sostenibile, nds)».

CONDIVIDI
Emanuele Spataro

“Nothing is real and nothing to get hung”…

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO