CONDIVIDI
TOP AD

Il Movimento 5 Stelle Taranto, a fronte della presenza di diversi meetup pentastellati nella città Bimare (ben tre meetup), decide, con una nota stampa, di fare maggiore chiarezza su ruoli e competenze dei portavoce sul territorio e degli attivisti dei meetup. Tale precisazione giunge nel giorno in cui era in programma la conferenza stampa del meetup “Taras in Movimento” in merito alla nuova AIA per l’Ilva di Taranto.

Gli iscritti al MoVimento 5 stelle non possono né rappresentare il MoVimento 5 Stelle, né utilizzare il simbolo” si legge nella nota stampa e nel sito ufficiale del Movimento (http://www.beppegrillo.it/movimento/regolamento/). “Tutti gli attivisti dei Meetup che agiscono sul territorio per il bene del territorio, seguendo i principi del Movimento – prosegue il comunicato – non possono parlare per nome e per conto del Movimento 5 Stelle».

Tale diritto “spetta solo ai Portavoce”. Nello specifico, “il M5S a Taranto è rappresentato dai Portavoce eletti al Consiglio Comunale Francesco Nevoli e Massimo Battista. Solo i Portavoce (nazionali, europei, regionali, comunali) possono rispondere a nome del M5S, e quindi solo i Portavoce possono essere citati come rappresentati del Movimento 5 Stelle in quanto Cittadini eletti dentro le Istituzioni. La precisazione è dovuta e doverosa perché è facile fare confusione tra Meetup e Movimento – qualcuno potrebbe cavalcarla, approfittandosene – ma mescolare ruoli e competenze oltre a confondere le idee diventa scorretto soprattutto nei confronti dei quasi 12 mila Cittadini che ci hanno dato fiducia alle Amministrative di giugno, e che rappresentiamo con grande orgoglio a Palazzo di Città.

 

CONDIVIDI
redazioneonline

Per comunicati stampa o proposte [email protected]

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO