CONDIVIDI

L’azienda sta completando  manutenzione e bonifica propedeutiche al riavvio dell’impianto

Ripartirà all’inizio del mese di giugno il treno lamiere che Ilva aveva
temporaneamente fermato per effettuare le programmate attività di manutenzione del refrattario e la conseguente bonifica di fibre artificiali vetrose. Lo recita una nota ufficiale dell’azienda.
Con il riavvio dell’impianto, che inizialmente lavorerà per circa un mese e mezzo, Ilva prevede un sensibile incremento della forza lavoro impiegata. Le attività di manutenzione del forno 2 procedono secondo i piani e appena saranno completate consentiranno il riavvio del treno. A fine aprile, durante queste attività, eseguite utilizzando misure di protezione molto elevate, era stato rinvenuto del materiale contaminato da amianto dietro una parete refrattaria di circa 50 cm di spessore. Ilva ha immediatamente fermato il cantiere per le opportune operazioni di messa in sicurezza, nel pieno rispetto delle procedure aziendali e delle norme di legge.
Al termine delle operazioni di messa in sicurezza, la società specializzata incaricata di eseguire i lavori ha richiesto l’intervento degli enti preposti, che hanno disposto ulteriori azioni prontamente messe in atto da Ilva.
In vista del riavvio delle attività del forno, questa mattina, Ilva ha convocato i rappresentanti dei lavoratori per presentare il progetto di ripartenza dell’impianto e illustrare gli interventi effettuati.

CONDIVIDI
redazioneonline
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO